I nostri servizi


Presso la nostra Sede sono disponibili i seguenti servizi:

- Psicoterapia Cognitivo-comportamentale
- Sostegno Psicologico Solidale (SPS)
- Consulenza psicologica e psicoterapica (costi di “mercato”)
- Gruppi psico-educativi
- Coping Power (programma di trattamento per la gestione della rabbia e dell’impulsività nei bambini)
- Servizio di psicologia dell'alimentazione
- Servizio GEA (Genitori Educazione Alimentazione)
- Servizio di Neuropsicologia
- Servizio di Psico-oncologia
- Servizio di Sessuologia
- Seminari Informativi Gratuiti
- Seminari Formativi


I servizi sono rivolti a:

LA PERSONA
- Consulenza psicologica a persone di tutte le età
- Diagnosi e psicovalutazione
- Consulenza psicologica per le attività sportive
- Consulenza sugli stili di vita e psicologia della salute
- Training di tecniche di rilassamento individuale e di gruppo
- Valutazione e riabilitazione neuropsicologica

LE FAMIGLIE
- Sostegno genitoriale

PROFESSIONISTI DELLA SALUTE
- Supporto psicologico al lavoro del medico di base e medici specialisti
- Supervisione a professionisti che operano in ambito psicologico

AZIENDE
- Valutazione e gestione dello stress del personale di società ed aziende

COMUNITA’
- Interventi psicosociali nella scuola

I disturbi psicologici:

- Crisi d'ansia
- Attacchi di panico
- Agorafobia
- Ansia sociale
- Fobie specifiche
- Disturbi ossessivi
- Depressione
- Disturbi psicosomatici
- Insonnia
- Disturbi alimentari
- Difficoltà sessuali e di coppia
- Difficoltà relazionali ed esistenziali
- Abuso di sostanze
- Dipendenze Comportamentali
- Problemi comportamentali dell'infanzia e dell'adolescenza
- Disturbi specifici dell'appendimento



Accesso ai servizi e procedura di accoglienza:

La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15:00 alle 18:00.
È anche possibile mettersi in contatto con la Sezione Clinica scrivendo all'indirizzo email sezioneclinica@crpitalia.eu

Durante il primo contatto viene compilata la scheda informativa del richiedente e si prenota l’appuntamento per il colloquio di accoglienza della durata di circa due ore. Questo comprende un primo colloquio, la registrazione del profilo psicofisiologico e la somministrazione di una batteria di questionari.
Sulla base delle informazioni ottenute dal colloquio d’accoglienza, il richiedente viene inviato al servizio della Sezione Clinica più idoneo o da lui richiesto.
Inoltre, lo stesso tipo di iter valutativo è previsto anche a conclusione del percorso psicoterapico (colloquio clinico, registrazione del profilo psicofisiologico e la somministrazione di una batteria di questionari) per garantire il confronto dei dati tra la fase di pre e post trattamento ricevuto. In questo modo, si può ottenere la verifica degli esiti del percorso psicoterapico.
Entrambi i colloqui hanno un costo di 50,00 Euro cadauno, anche per chi usufruisce del Servizio Psicologico Solidale gratuito. I colloqui d’accoglienza sono svolti dai membri dell’équipe della Sezione Clinica.

Servizio ai madrelingue stranieri

Il materiale promozionale della Sezione Clinica è stato tradotto in varie lingue come inglese, spagnolo, francese e greco, in quanto presso la sede vi sono terapeuti madrelingue o bilingue che svolgono la loro attività di psicoterapia nelle lingue sopraelencate.



L'Equipe della Sezione Clinica


L'Equipe della Sezione Clinica svolge attività di psicoterapia fondata sulle migliori prassi cliniche e su interventi innovativi per tutti i disturbi psicologici. I membri dell'equipe sono impegnati  in attività di formazione e ricerca all'interno della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale ed Intervento Psicosociale del Centro per la Ricerca in Psicoterapia.

Prof. Lucio Sibilia, Presidente del CRP, Neuropsichiatra - Psicoterapeuta
Dr.ssa Stefania Borgo, Direttore del CRP, Neurologo - Psichiatra - Psicoterapeuta
Dr.ssa Dimitra Kakaraki, Responsabile della Sezione Clinica, Psicologa - Psicoterapeuta
Dr. Stefano Acquistucci, Responsabile della Sezione Clinica, Psicologo - Psicoterapeuta
Dr. Cristian Pagliariccio, Psicologo, Specializzando in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
Dr.ssa Natalia Perotto, Psicologa – Psicoterapeuta

Scarica la nostra locandina e la nostra brochure



I nostri servizi nel dettaglio


Sostegno Psicologico Solidale e Consulenza psicologica e Psicoterapia (a costi di “mercato”)


Dagli anni '90 la prevalenza dei disturbi mentali è aumentata del 30% (dati OMS HFA). Inoltre, dal 2008 il nostro paese, come tutta l’Europa, sta affrontando una grave crisi economica. Questa crisi sta mettendo a dura prova le famiglie italiane che per poter andare avanti devono fare grandi sacrifici che spesso non bastano andando in contro ad alti livelli di incertezza e di sofferenza. Come emerge dal Rapporto Eurispes del 2015, la situazione è peggiorata per il 76,7% delle famiglie che ormai affrontano la vita giorno per giorno, senza una prospettiva certa per il futuro. Molte famiglie non riescono ad arrivare alla fine del mese, e pesano sui familiari o consumano i propri risparmi senza prospettive di miglioramento. Basti pensare che oltre alle spese per la casa e la vita quotidiana, il 40,9% non sono in grado di affrontare le spese mediche, dove la scelta è quella di aprire un prestito o di non farsi curare, se la problematica lo consente.
In linea con le proprie finalità, la Sezione Clinica del CRP supportata dalla Scuola di Specializzazione in psicoterapia, ha deciso di affrontare questo problema creando il servizio di Sostegno Psicologico Solidale (SPS) o Terapia Solidale.

Gli obiettivi che si propone il servizio sono:
1) Rendere accessibile a tutte le fasce della popolazione il sostegno psicologico;
2) Promuovere il benessere psicologico a tutti i livelli;
3) Favorire la crescita professionale dei terapeuti in formazione presso la Scuola di Specializzazione in psicoterapia del CRP;
4) Promuovere la ricerca in ambito clinico.

Il SPS, in linea con i primi due obiettivi, è un servizio di consulenza psicologica rivolta a coloro che pur sentendo il bisogno di un sostegno psicologico non possono accedervi a causa dei costi. In base alla situazione presentata dall’utente, la terapia potrà essere gratuita o al costo del ticket (35,00 Euro).
I posti di terapia Solidale gratuita sono limitati e potranno essere assegnati a coloro che per motivi ufficialmente riconosciuti usufruiscono dell’esenzione dal ticket anche nei servizi pubblici.
Il servizio è erogato dai membri dell’équipe della Sezione Clinica e dai terapeuti in formazione del 3° e 4° anno della Scuola di Specializzazione in psicoterapia del CRP che hanno aderito al progetto (3 ° obiettivo).
Il SPS è parte del FATE (Favorire l'Accesso alle psicoTerapie Efficaci)
I terapeuti in formazione, oltre al supporto dell’équipe della Sezione Clinica, sono seguiti anche dai Docenti Supervisori della Scuola, in modo da assicurare gli stessi standard professionali delle terapie a prezzo pieno.
In linea con l’ultimo obiettivo, l’accesso al SPS segue l’iter di accoglienza della Sezione Clinica, inclusi coloro che richiedono un SPS gratuito.
Infine, il servizio risponde anche a coloro che hanno bisogno di una terapia a lungo termine non mettendo un limite di sedute massimo da fare; inol tre, per coloro che ne hanno bi sogno c’è la possibilità di fare il percorso terapeutico anche in lingua (spagnolo, inglese, francese e greco).
La Sezione Clinica, inoltre, offre un servizio di consulenza psicologica e psicoterapica a costo “di mercato”. Il servizio è erogato dagli psicoterapeuti, membri dell’ équipe della Sezione Clinica.


Torna all'inizio


Servizio di Neuropsicologia

Dal 2010 è attivo presso la Sezione Clinica il servizio di Neuropsicologia per i pazienti che presentano alterazioni al sistema nervoso centrale dovute a ictus, trauma cranico, tumore, abuso di sostanze, sindromi genetiche, demenze o in caso di problematiche legate all’invecchiamento.

Il servizio prevede le seguenti attività:
1) Valutazione diagnostica attraverso la somministrazione di test delle funzioni cognitive(attenzione, memoria, prassie, gnosie, funzioni esecutive ecc.) per la verifica di situazioni patologiche (ritardo mentale, disturbi visuo-percettivi, decadimento cognitivo, ecc.);
2) Riabilitazione neuropsicologica per problematiche cognitive e/o di comportamento;
3) Supporto familiare per la gestione dei propri cari affetti da malattie invalidanti;
4) Psicoterapia per le problematiche psicologiche secondarie ai deficit neurologici;
5) Sostegno all’anziano con difficoltà emotive (ansia, depressione, ecc.) legate all’invecchiamento.

Torna all'inizio


Servizio di Psico-oncologia

Soffrire di una malattia neoplastica comporta una vera e propria condizione di malessere psicologico. Tale disagio non è sempre connesso ad una vulnerabilità o ad una predisposizione psicopatologica, quanto piuttosto ad una condizione di “crisi” che la malattia come evento stressante generalmente imprevisto determina. I tumori nell’ età adolescenziale hanno un maggiore impatto sulla vita del ragazzo in quanto lo colpiscono in un’età in cui l’attenzione per il corpo è particolarmente sentita, e questo rende più complessa la gestione della malattia oncologica per il giovane. I due compiti dell’adolescente, attraversare la malattia e attraversare l’adolescenza, vanno di pari passo. È indispensabile che l’adolescente in questo specifico momento possa trovare i supporti psicologici che gli permetteranno di affrontare le difficoltà de lla sua malattia e i vincoli legati al trattamento, ma anche di preservare la sua identità e l’immagine che egli ha di se stesso.

Il Servizio offre supporto psicologico a pazienti oncologici, familiari e operatori sanitari. Inoltre si occupa di sostegno anche ai pazienti adolescenti.

I principali fattori per cui si richiede, spesso, un supporto psicologico riguardano la comunicazione della diagnosi, la prospettiva dell’intervento chirurgico, l’ospedalizzazione, il percorso terapeutico e la prognosi grave e il compito dello psicologo è comprendere come la persona vive la situazione e quale sia l’impatto della malattia e delle terapie.

Infine, è necessario considerare la personalità del paziente a li vello globale individuando eventuali aspetti del carattere che possano ostacolare l’adattamento alla nuova condizione, ma soprattutto identificare i punti di forza della persona su cui puntare e fare leva.


Torna all'inizio


Servizio di Sessuologia


Il Servizio svolge attività clinica, consulenza e intervento sul territorio. Si rivolge a tutti coloro che si trovano a vivere una difficoltà in ambito sessuologico oppure necessitano di un confronto per sé stessi o per i propri figli.

L'Area di Sessuologia offre i seguenti servizi:

· clinica (terapia individuale e di coppia)
· consulenza
· consulenza e sportello di ascolto specifico per adolescenti
· intervento sul territorio (Scuole, Associazioni)


Con il progetto Ricostruisci la tua relazione di coppia ci si rivolge alle coppie che stanno vivendo una fase critica, come l'attesa e l'arrivo di un bambino, situazioni personali che incidono nella coppia, l'adolescenza dei figli, la menopausa e l'andropausa, il pensionamento.


Con il progetto Il comportamento sessuale consumistico negli adolescenti ci si rivolge ai più giovani che possono inoltre usufruire di supporto psicologico oltre che sessuologico con tariffe agevolate. 


Con il progetto di approfondimento e di supervisione ci si rivolge, infine, ai soci del CRP e agli iscritti della Scuola di specializzazione per la formazione specifica in area sessuologica.



Progetto: Ricostruisci la tua relazione di coppia

La coppia rappresenta la prima forma progettuale di associazione affettiva tra individui. Quella i cui membri, sono motivati dagli stessi interessi, percorrono un percorso comune, si pongono gli stessi obiettivi e condividono gli stessi scopi affrontando i vari ostacoli attraverso le proprie risorse e abilità. Può accadere che la coppia si trovi in difficoltà nel proseguire in armonia il percorso di vita a causa di diversi fattori come cambiamenti di obiettivi, riformulazione degli scopi o strategie non funzionali ad ambedue i membri, pertanto il progetto clinico si pone lo scopo di mediare tra i membri della coppia e per fa sì che  essi si pongano  nuovi obiettivi ed utilizzino strategie utili e funzionali, anche attraverso il ripristino di abilità e risorse personali e di coppia.

Il Servizio accoglie ed accompagna la coppia all'interno di un percorso guidato. L'obiettivo è individuare nuove strategie della coppia dopo aver vissuto un periodo di stallo. Alla fine del percorso la coppia sarà in grado di sviluppare le tappe stabilite secondo una modalità autonoma. Lo specialista rimarrà a disposizione della coppia anche dopo la fine del percorso stabilito.
Il progetto ha lo scopo di aiutare la coppia a costruire un nuovo progetto ed accompagnarla, obiettivo dopo obiettivo, al raggiungimento di una nuova prospettiva comune. Gli obiettivi intermedi intendono avvicinare la coppia ad una forma di comunicazione funzionale, a trovare nuove soluzioni ed a ripristinare aree di contatto per favorire l’intimità.

Il progetto prevede 6 incontri di 90 minuti e seguirà la procedura di accoglienza della Sezione Clinica composta da test di ingresso e test di uscita. Al termine del breve percorso che viene proposto, la coppia sarà in grado di sviluppare le tappe stabilite secondo una modalità autonoma (lo specialista rimarrà a disposizione della coppia anche dopo la fine del percorso stabilito) o richiedere un contratto terapeutico. In questo secondo caso verrà valutato un invio verso altri colleghi o verso il servizio di Sostegno Psicologico Solidale (SPS).


Tappe del programma

  • Accoglienza e diagnostica

  • Elaborazione di nuove finalità comuni alla coppia

  • Individuazione delle tappe intermedie

  • Valorizzazione degli scopi individuali

  • Individuazione di eventuali aree problematiche

  • Istruzioni pratiche per lo svolgimento del percorso in autonomia


I referenti:

Dott.ssa Giusy Nasello e dott. Francesco Battista

Torna all'inizio


Gruppi psico-educativi

Sono interventi specifici per l’apprendimento, potenziamento e generalizzazione di specifiche abilità/tematiche psicologiche. Ogni gruppo è composto da 6 a di 12 partecipanti.


"Potenziare le abilità sociali"


Il primo gruppo attivato presso la Sezione Clinica è stato creato per permettere ai partecipanti di potenziare le loro abilità sociali. I partecipanti sono sia pazienti che seguono una psicoterapia individuale sia le persone che intendono potenziare una delle abilità più in generale definite abilità di vita o life skills.

Il training, attivo dal 10 maggio 2017, per la durata 6 incontri a cadenza quindicinale, è a cura della dott.ssa Roberta Collalti.

Per richiedere maggiori informazioni sul programma e sul costo inviare una mail alla Segreteria della Sezione Clinica oppure telefonare al numero 06/77207454 dal lunedì al venerdì, dalle 15,00 alle 18,00. 


“SOS Genitori. Gestire al meglio il percorso educativo con i propri figli”


Il secondo gruppo attivato è rivolto a genitori di bambini tra i 3 e gli 8 anni che desiderano conoscere strumenti e modalità efficaci per relazionarsi con i propri figli.
L'obiettivo è quello di promuovere uno stile educativo efficace, basato su una comunicazione di qualità, empatia e autorevolezza.

Per richiedere maggiori informazioni sul programma e sul costo inviare una mail alla Segreteria della Sezione Clinica oppure telefonare al numero 06/77207454 dal lunedì al venerdì, dalle 15,00 alle 18,00. 

Torna all'inizio


Coping Power


Il Coping Power (di John E. Lochman) è un programma di trattamento cognitivo comportamentale per il controllo e la gestione della rabbia e dell’impulsività nei bambini di età scolare (7-14 anni).
Tale programma di trattamento si focalizza sia sui processi del contesto familiare che sui processi cognitivi dei bambini e dei ragazzi, cercando di promuovere migliori strategie di risoluzione dei problemi (problem solving) e migliori modalità di relazione con i pari.
Dai risultati di questi trattamenti emerge come i bambini che hanno partecipato ad un programma di trattamento Coping Power migliorino notevolmente dal punto di vista comportamentale.  
Tale programma di trattamento è riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale come efficace nella prevenzione in bambini e adolescenti che presentano uno scarso rispetto delle regole sociali, comportamenti violenti e abuso di sostanze.

A chi è rivolto:
- Bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni con Disturbo Oppositivo-Provocatorio e di Disturbo della Condotta
- Genitori

Obiettivi dell’intervento

Gli obiettivi per i BAMBINI e i RAGAZZI sono:

  • migliorare i comportamenti problematici

  • incrementare le abilità di studio

  • riconoscere i segnali fisiologici e dei sentimenti legati alla rabbia

  • incrementare l’assunzione di punti di vista altrui

  • promuovere le abilità sociali

  • apprendere modalità alternative per la risoluzione di problemi in situazioni conflittuali

  • incrementare la resistenza alla pressione dei pari

Gli obiettivi per i GENITORI sono:

  • promuovere le abilità di organizzazione dello studio

  • diminuire lo stress genitoriale

  • migliorare le modalità con cui trascorrere del tempo con i figli

  • apprendere come dare istruzioni comportamentali efficaci

  • apprendere modalità educative più funzionali

  • incrementare momenti di condivisione familiare

  • apprendere nuove modalità di comunicazione familiare

  • apprendere modalità alternative per la risoluzione di problemi in situazioni conflittuali

  • apprendere come rinforzare le abilità di problem-solving acquisite dai bambini e dei ragazzi nel trattamento di gruppo

  • fare progetti familiari a lungo termine


Il trattamento è strutturato nel seguente modo:

PRESA IN CARICO durante la quale sono previsti 2 colloqui di 2 ore ciascuno volti alla raccolta delle informazioni sui comportamenti messi in atto dai bambini e dai ragazzi per i quali è richiesta la valutazione.

PROGRAMMA il quale nello specifico prevede:
- 13 sessioni di gruppo settimanali con i bambini e ragazzi. Le sessioni hanno la durata di 80 minuti circa.
- 5 sessioni di parent training per i genitori di 75 minuti circa, parallelamente al percorso dei bambini e ragazzi.

La durata del programma è di 5 mesi (gennaio-maggio 2018) ed è già previsto un calendario strutturato delle sessioni le quali si terranno di sabato mattina.

Informazioni, costi e prenotazioni
E’ necessario rivolgersi alla segreteria della Sezione Clinica del CRP telefonicamente al numero 06.77207454 (lunedì-venerdì dalle 15:00 alle 18:00), oppure via mail scrivendo all’indirizzo sezioneclinica@crpitalia.eu

Referenti:
Dr.ssa Serena Banci
Dr.ssa Simona D'Amico


Torna all'inizio


Servizio di psicologia dell'alimentazione


Il comportamento alimentare delle persone è influenzato da diverse componenti, come gli aspetti biologici, psicologici e sociali. La scarsa, o assente, consapevolezza di come possono agire questi aspetti sul nostro comportamento determina conseguenze disfunzionali e difficoltà nella gestione dell’alimentazione.

Il principale obiettivo del Servizio di Psicologia dell’Alimentazione è quello di fornire “strumenti” alle persone per la gestione efficace delle problematiche legate al peso, agli stili alimentari e al rapporto con il cibo. In particolare possiamo riconoscere nelle nostre convinzioni sulle diete, sull’immagine corporea e sui contenuti proposti dal mondo dell’informazione (pubblicità, moda, sport...) una delle principali aree di intervento insieme alle abitudini alimentari e di attività fisica.

Il servizio risponde alla domanda relativa al comportamento alimentare di persone adulte o dei giovani (con autorizzazione del genitore o tutore). Nei casi dei giovani può emergere la necessità di dare risposta alla domanda del genitore che si trova a dover gestire il comportamento alimentare dei figli durante la crescita (ove si evidenziano disfunzionalità) e ai fini della prevenzione di specifiche problematiche legate all’alimentazione.


Gli obiettivi del servizio sono:

  • Orientare e informare sui temi del comportamento alimentare

  • Promuovere competenze per individuare e gestire le problematiche del comportamento alimentare

  • Sostenere la persona nella gestione dei regimi alimentari dovuti a patologie croniche o esigenze di specifico fabbisogno nutrizionale (diabete, obesità, celiachia, problemi cardio- circolatori, osteo-articolari...)

  • Promuovere consapevolezza e autoregolazione del proprio comportamento alimentare con particolare attenzione all’alimentazione emotiva

  • Promuovere informazione e intervento sui principali disturbi dell’alimentazione attraverso le principali metodologie basate sull’evidenza scientifica

  • Diffondere i contenuti della psicologia dell’alimentazione ai professionisti del settore e agli operatori della salute mentale

  • Creare una rete con i servizi e i professionisti del settore in ottica progettuale ai fini della promozione del benessere alimentare, fisico e psicologico


Le attività del servizio sono volte a:

  • Diagnosi e intervento di consulenza psicologica e nutrizionale (dai 3 ai 5 incontri): attraverso colloqui di approfondimento viene raccolta l’anamnesi, svolto un assessment psicologico (e nutrizionale se richiesto), compilati strumenti di autosservazione (questionari). Segue un colloquio per la pianificazione degli obiettivi basati sulla domanda di consulenza e la restituzione di un progetto di intervento in ottica cognitivo- comportamentale.

  • Interventi di Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (la durata è legata agli obiettivi condivisi, alla stabilizzazione del sintomo e alla migliore gestione dei fattori di mantenimento) per la gestione e l’inquadramento delle problematiche alimentari ai fini di un approccio consapevole, attivo e attraverso la definizione dell’influenza delle proprie convinzioni disfunzionali sulle emozioni e sui comportamenti in ambito alimentare

  • Gruppi aperti di sostegno alla gestione del peso e del comportamento alimentare (1 incontro ogni 15 gg): il gruppo è un potente strumento per facilitare la gestione dei pensieri, emozioni e comportamenti della persona nel suo percorso di cambiamento attraverso l’ascolto e l’apprendimento da esperienze simili alle proprie, l’incoraggiamento, la diminuzione del senso di isolamento, la condivisione di informazioni e di intenzioni, l’auto-affermazione.

  • Consulenza ai genitori ed educatori attraverso il Progetto GEA: il progetto si inserisce all’interno del programma come area specifica per la gestione del comportamento alimentare dei ragazzi durante la crescita e in un’ottica preventiva. Il genitore/educatore può ricevere consulenza e formazione secondo le principali metodiche basate sull’evidenza e in particolare nel proprio ruolo di “modello di comportamento alimentare” agito nel contesto familiare o educativo (per maggiori informazioni vedi Servizio GEA).


Referenti:
Dr. Filippo Jacoponi
Dr.ssa Maria Cristina Orlando

Torna all'inizio


Servizio GEA (Genitori Educazione Alimentazione)


L'alimentazione dei figli può risultare in alcuni casi difficoltosa a causa di restrizioni alimentari (alcuni cibi non vengono mangiati) o iperfagia (eccessiva assunzione di cibo). Al centro vi è la preoccupazione per la salute dei figli, per il loro benessere e per la loro vita di relazione.

Occuparsi del «comportamento del mangiare» può rendere faticosi i rapporti in famiglia. Il genitore può arrivare a sentirsi un controllore pur non volendo diventare tale ma con l'unico scopo di fare adeguatamente il proprio ruolo.

Il Progetto GEA è un servizio che offre consulenza psicologica-psicoterapica individuale e familiare per domande nell'ambito del comportamento alimentare dei figli; training di formazione psicosociale su tematiche legate al comportamento alimentare dei figli; consulenza in ambito scolastico per progetti di prevenzione dei comportamenti alimentari a rischio.


A chi si rivolge
Obiettivo del servizio è rispondere alla domanda di genitori e figli considerando i primi come collaboratori per la costruzione dell' intervento e rispettando i diritti e desideri di ciascuno, la fase evolutiva del minore, il principio di minima «invasività».


Metodo
La consulenza vuole promuovere lo sviluppo di un approccio «consapevole» all' alimentazione e dei meccanismi che influenzano il comportamento alimentare, la promozione di strategie di gestione del comportamento alimentare, il potenziamento del ruolo genitoriale in ambito relazionale e della comunicazione con i propri figli.


Referente:
Dr. Filippo Jacoponi

Torna all'inizio


Seminari Informativi


Dal 2013 presso la sede della Sezione Clinica sono stati organizzati cicli di seminari informativi gratuiti rivolti al pubblico, allo scopo di favorire corrette informazioni sui vari disturbi psichici e il loro trattamento secondo l’approccio cognitivo comportamentale.
Questi seminari sono svolti dai Soci del CRP, sono aperti al pubblico, sono gratuiti ed hanno una durata di circa 2 ore.

Attualmente è in corso l'iniziativa Psicoterapia in Piazza della Salute alla quale il CRP partecipa con il Progetto FATE (Favorire l'Accesso alle psicoTerapie Efficaci), in collaborazione con la Fondazione Enpam e con il patrocinio della Società Italiana di Medicina Psicosociale (SIMPS).

Il calendario dei Seminari viene costantemente aggiornato ed è possibile prenotarsi telefonicamente o inviando una mail e lasciando i propri dati (nome, cognome, numero di telefono, titolo del seminario per il quale si prenota) alla Segreteria.


Per maggiori informazioni sui Seminari in corso consultare la pagina dedicata al Progetto FATE per il ciclo Psicoterapia in Piazza della Salute.



Torna all'inizio


Seminari Formativi

I seminari formativi sono approfondimenti delle tematiche affrontare nei seminari informativi. Si prospettano come gruppi esperienziali ed educativi della durata di 3 incontri di 2 ore ciascuno. Ogni gruppo è composto da un minimo di 6 partecipanti e un massimo di 12 partecipanti.

Lo scopo è quello di promuovere lo sviluppo e/o miglioramento di competenze negli specifici ambiti trattati utilizzando modalità e metodi tipici dell’approccio cognitivo-comportamentale. Questi seminari sono svolti dai soci del CRP. Il calendario dei seminari formativi viene periodicamente aggiornato sul sito del CRP ed è possibile prenotarsi lasciando i propri dati(nome, cognome, numero di telefono, titolo del seminario per il quale si prenota) alla segreteria.

Attualmente sono attivi due Seminari Formativi: Life Lab e Il comportamento sessuale consumistico negli adolescenti.


Life Lab


I seminari hanno la finalità di promuovere il benessere psicologico attraverso il potenziamento delle life skills (abilità di vita). I destinatari sono sia pazienti che seguono un percorso psicoterapico sia persone che vogliono potenziare le suddette abilità. Si tratta di un intervento universale, rivolto ad un’utenza ampia indipendentemente dal rischio di sviluppo o cronizzazione di difficoltà legate alla salute mentale.

L’intervento consisterà in cinque moduli esperienziali di gruppo, ciascuno suddiviso in tre incontri della durata di due ore a cadenza settimanale. La totalità degli incontri costituirà un percorso coerente e globale di addestramento alle abilità di vita; tuttavia ciascun modulo (di 3 incontri) è strutturato in modo da essere conclusivo in sé stesso, al fine di rendere possibile la partecipazione anche solo a singoli moduli a seconda dell’interesse ed utilità individuale.

È possibile introdurre nuovi moduli di approfondimento di abilità specifiche in base ad esigenze o interessi specifici che emergano nel corso dei moduli.

L’intervento è rivolto a partecipanti adulti (dai 20 anni in su); tuttavia è estendibile anche a soggetti adolescenti, attraverso un adattamento delle attività, in caso si crei un gruppo di interessati appartenenti alla fascia tra i 14 e i 20 anni.


Le abilità oggetto dei moduli sono quelle definite come abilità di vita (life skills) dall’OMS (1993), che le raggruppa in cinque coppie:
1) prendere decisioni e risolvere problemi;
2) pensiero creativo e pensiero critico;
3) comunicazione e rapporti interpersonali;
4) auto-consapevolezza ed empatia;
5) gestione delle emozioni e gestione dello stress.

I moduli hanno una struttura comune:

Primo incontro: presentazione del tema generale del modulo e dei suoi obiettivi; esercizi di rottura del ghiaccio per la conoscenza reciproca tra i partecipanti; introduzione teorica sull’abilità specifica oggetto dell’incontro; determinazione degli obiettivi per i singoli partecipanti; esercitazioni individuali, in gruppo o in piccoli gruppi; assegnazione dei compiti a casa.

Secondo incontro: valutazione dei compiti a casa e restit uzione; introduzione al tema oggetto del secondo incontro; esercitazioni individuali, in gruppo o in piccoli gruppi; assegnazione dei compiti a casa.

Terzo incontro: valutazione dei compiti a casa e restituzio ne; introduzione al tema oggetto del terzo incontro; esercitazioni individuali, in gruppo o in piccoli gruppi; definizione di obiettivi da perseguire autonomamente per esercitare l’abilità oggetto del modulo.


Il comportamento sessuale consumistico negli adolescenti: osservazioni cliniche e prospettive d’intervento


Imparare ad impegnarsi in una relazione intima con un partner di sesso opposto e far fronte allo sviluppo delle attitudini sessuali può essere considerato uno dei più importanti ed universali compiti dello sviluppo di un adolescente. Essere in grado di vivere in modo sereno la propria sessualità è un cambiamento complesso, specialmente per un adolescente che non ha ancora sviluppato le capacità sociali, emotive e cognitive richieste. Nel comportamento sessuale degli adolescenti si osserva la messa in atto di una modalità comportamentale che presenta caratteristiche più vicine ad un atto consumistico del rapporto sessuale. A tal proposito sappiamo che il comportamento consumistico in adolescenza è uno dei fattori di rischio che allontana dalla maturazione di valori idonei all’integrazione socio-culturale. A tal proposito, un’accurata informazione contribuirebbe a prevenire gli effetti negativi dovuti al comportamento descritto.

Il Seminario Formativo è rivolto ad adolescenti, giovani e genitori.


Torna all'inizio


Sei un medico, direttore
di una farmacia o di una azienda

e vorresti convenzionare la tua attività con il nostro centro?
Contatta la nostra segreteria

06 77207454